My Glam Pond

FASHION IS A GIRL'S BEST FRIEND!!!! Fashion Blog by Laura C.

Un Vecchio Lavoro In Anteprima!!!

By 15:13:00 , , , , , ,




Qualche tempo fa ho scritto un articolo per un sito per il quale ho già pubblicato, che non cito, dal quale attendo ancora notizie ma non mi hanno più fatto sapere nulla! E poichè non ho lavorato per niente lo scrivo su questo blog ;) Parla del percorso che porta alla scelta dell'argomento della tesi di laurea fino alla sua stesura ;) Spero vi piaccia ;)


Copertina rosa salmone e scritte nere: oggi è così, la mia tesi, sulla mia scrivania, come un prestigioso trofeo, ma non è stato così facile “partorirla”.
Ho deciso di parlare di swapping, il baratto anni 2000 del dorato mondo della Moda, dopo tante idee che si sono susseguite: nell’ottobre 2010, a tre esami dalla fine, ho iniziato a pensare ad un argomento, dalla grande diva del cinema Grace Kelly, alla storia del cappello, ma c’èra sempre qualche cavillo che non convinceva me o la mia professoressa.
Poi mi sono imbattuta in un vecchio giornaletto per teen-ager comprato anni prima, e sfogliandolo ho scoperto la moda della swap, ed ho avuto una sorta di illuminazione: eccolo, originale al punto giusto, era lui l’argomento che cercavo!
Subito dopo sono iniziate le difficoltà, legate alla scarsa reperibilità di fonti di un tema così di nicchia e di attualità: solo un libro mi è comparso su internet, quello del 2009 della giornalista de
Il Corriere della Sera, Marina Martorana, intitolato I Love Swapping.
Stavo quasi per arrendermi visto il poco materiale disponibile, quando ho contattato la scrittrice che inaspettatamente mi ha subito risposto, accettando di farsi intervistare circa la sua esperienza.
Non solo, ha anche pubblicato la nostra conversazione prima, ed il mio elaborato finale poi, sul suo blog Rispendo.
Da quel momento ho capito che dovevo concentrarmi sull’esperienza diretta e non sulla teoria che poteva offrirmi la rete, ed ho contattato altre persone: alcune volte non ho ricevuto risposta, ma altre si, ed ho conosciuto persone interessanti immerse attivamente nel mondo della Moda ecosostenibile.
Tre su tutte: Flavia Muzi Falconi, titolare dell’Agenzia ricreativa My Cup Of Tea di Via del Babuino a Roma, la quale mi ha invitato a parlare direttamente in sede; Arianna Alaimo, proprietaria del primo negozio del baratto della Capitale, Barattiamo?; Alessia Deiana, organizzatrice di eventi, nonché mia collega di studi.
Per un corso di laurea come Scienze della Moda e del Costume non so quanto faccia la differenza un argomento piuttosto che un altro, ma il consiglio che darei è quello di concentrarsi sulla realtà e non su cose passate ed astratte, con un’attenzione particolare per il fattore etico: io posso dire di aver ottenuto molto più di quanto sperassi dalla mia Tesi e dai temi trattati.
Riguardo al Sistema Moda, dove nonostante la crisi si contano fatturati consistenti, ho avuto modo di constatare che, anche se molti vip si prestano a certe campagne pro-ambiente per una questione di immagine, molte persone che lavorano dietro le quinte ci credono davvero, perché la loro è una filosofia di vita. Ed è grazie alle loro iniziative che la Moda non è solo frivolezza!
Può sembrare ironia della sorte, ma la mia tesi parla di scambi, (reali), che sono poi il filo conduttore di Scienze della Moda e del Costume, che vede percorsi di scambi, (astratti), interdisciplinari tra varie materie e due facoltà ( Economia e Lettere).
Quello che mi ha un po’ delusa è stato che l’Università non aiuta ad entrare in contatto con questi professionisti, ma tende ad abbandonare noi studenti al nostro destino proprio nel momento più importante. Ho avuto, però, la fortuna di scegliere una relatrice, la professoressa Anna Florenzi, attenta e presente, che leggeva ogni rigo dei miei capitoli e mi scriveva accanto ogni minima correzione o commento.
Lavorare con persone adulte e preparate ha alimentato le mie aspirazioni legate ai risvolti sociali della Moda, vista come mezzo di aggregazione ed incontro, più che come spreco di denaro.
Oggi è lì, copertina rosa e scritte nere. Probabilmente non sarà mai venduta nelle librerie, ma è il mio piccolo capolavoro, e tutti devono essere fieri del sigillo finale del proprio percorso di studi!!!





Some time ago I wrote an article for a site for which I have already published, which I don't quote, from which I still await news but they didn't let me know anything! And as I have not worked for anything, I write it on this blog;) It's about the path leading to the choice of the thesis until its completion;) I hope you like it;)



Cover salmon pink and black writing: today is so, my thesis, on my desk, like a trophy, but it was not so easy.
I decided to talk about swapping, bartering year 2000 of the golden world of fashion, after so many ideas that have taken place: in October 2010, three exams from the end, I started thinking about a topic, the big movie star Grace Kelly, the history of the hat, but there was always some loophole that did not convince me or my teacher.
Then I came across an old newspaper for teen-agers bought years before, and paging through it I discovered the fashion of the swap, and I had a sort of light: original at the right point, it was the topic I was looking for!
Soon after I started the difficulties related to the scarce availability of sources of an issue as niche and topical: just a book appeared on the internet, that of 2009 of journalist of Il Corriere della Sera, Marina Martorana, entitled I Love Swapping.
I was about to give up as the little material available, when I contacted the writer who unexpectedly immediately responded by agreeing to be interviewed about his experience.
Not only that, he also published our first conversation, and my dissertation, then, on his blog Rispendo.
From that moment I knew I had to concentrate on direct experience and not on the theory that the network could offer me, and I contacted other people: sometimes I have not been answered, but others, and I met interesting people actively immersed in the world of Fashion environmentally sustainable.
Three of them all: Flavia Muzi Falconi, owner of My Cup Of Tea recreational Agency in Via del Babuino in Rome, who invited me; Arianna Alaimo, the owner of the first shop in the bargain of the Capital, Barattiamo?; Alessia Deiana, wedding planner, and my colleague studies.
To a degree as Scienze della Moda e del Costume I do not know what a difference a topic rather than another, but the advice I would give is to focus on reality and not on things past and abstract, with particular attention to the ethical factor:
I can say I got a lot more than I hoped from my thesis and the topics covered.
With regard to the fashion industry, where despite the crisis there are substantial sales, I have observed that, although many celebrities lend themselves to certain pro-environment campaigns as a matter of image, many people who work behind the scenes really believe, theirs is a philosophy of life. It is thanks to their efforts that fashion is not just frivolity!
It may seem ironic, but my thesis is about trade, (real), which are also the main theme of the Scienze della Moda e del Costume, which sees trade routes, (abstract), the crossover of various materials and two faculty ( Economics Letters).
The University does not help to get in touch with these professionals, but leaves us to our fate just as in the most important moment. I was lucky enough to choose a rapporteur, Prof Anna Florenzi, who reads every line of my chapters and wrote every little correction or comment.
To work with adults has fueled my aspirations related to social aspects of fashion, seen as a means of gathering and meeting, rather than as a waste of money.
Today it is there, pink cover and black writing.
Probably it will never be sold in bookstores, but it's my masterpiece, and all should be proud of the final seal of their studies!Images From...

Why Don't Read Also...

9 Glam Comments ;-)

  1. In bocca al lupo, cara..per ogni cosa!
    Continuo a seguirti!

    Because life is chic

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie crepi ;)!!! anch'io ti seguo, complimenti per la gonna comprata non so se hai letto il commento che ti ho lasciato, molto carina ;)

      Elimina
  2. Ciao, anche io studio moda e costume alla Sapienza :) sono agli ultimi esami e già ho iniziato a lavorare sulla tesi! Mi ha fatto molto piacere leggere questo post ^_^

    Mi farebbe molto piacere se passassi dal mo blog!

    Lauren V.

    RispondiElimina
  3. Ciao;) Grazie mille!!! Una collega, che bello;) con chi stai facendo la tesi?! Ho visto il tuo blog, molto bello e particolare davvero ;)Non conoscevo questa piattaforma di blog, sono un'ignorantona:) Bella anche Sabaudia;)!!! Ti va di seguire i nostri rispettivi blog a vicenda?!

    RispondiElimina
  4. io la sto facendo con la capalbo :) anche io all'inizio ho avuto un po' di problemi con l'argomento, perchè non riuscivo a trovare le fonti... Ora per fortuna ho trovato l'argomento giusto e sto iniziando a scrivere, e spero di fare un buon lavoro perchè mi piacerebbe pubblicarla ^_^
    mi iscrivo alla newsletter del tuo blog, se vuoi iscriviti alla mia così rimaniamo in contatto ;)

    te con chi hai fatto invece la tesi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho fatta con la Florenzi;) Capalbo mi piaceva molto, ma non ho potuto chiederle la tesi perché ero di Ideazione e Produzione;) so che lei è molto esigente ma presente, vedrai che andrai benissimo;) In bocca al lupo intanto;) Ho inserito il tuo blog nella mia bacheca di blogger e nella blogroll a destra, così vedo quando scrivi qualcosa;)

      Elimina
  5. io sono di economico-manageriale, infatti ci devo mettere in mezzo anche un po' di economia >.< si lei è molto esigente, ma a me piace così, almeno mi sprona a fare il meglio XD
    ti ho inserito anche io nella colonna destra del mio blog, così ogni tanto torno a leggere i tuoi post ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto;) Si soprattutto le date a lei piacevano molto ricordo inseriscine molte!!!;) fammi sapere come va il tuo lavoro;)
      A presto;)

      Elimina
  6. Hеy there, I founԁ yоur site bloggeг.
    com while brоwsing httρ://glаmpond.
    blogspot.com/. Нavе yοu еѵeг thought of making use of ѕlightly more than јust teхt in уour articlеs?
    Don't get me wrong, your writing is excellent. However, I think that if you built in some other forms of media (such as videos, visuals, pictures) you might make your entries more substantive and appealing. Your page content is great, yet if you include more different media, your page could definitely be top-of-the-line in its subject compared to other sites on EvanCarmichael.com.

    Look at my homepage: 84543

    RispondiElimina

I'm waiting for your comment ;)